600 euro di multa

Controllo del vicinato VS degrado, 1 a 0: cittadina attiva segna la targa di un incivile e chiama la Polizia

Il pensionato aveva lanciato in un fosso, in pieno giorno, un sacco pieno di rifiuti. E poi era scappato via. Ma tra l'immondizia c'erano oggetti che hanno permesso ai poliziotti di individuare il responsabile di tale gesto.

Controllo del vicinato VS degrado, 1 a 0: cittadina attiva segna la targa di un incivile e chiama la Polizia
Cronaca San Donà di Piave, 16 Aprile 2021 ore 16:32

In pieno giorno scende dall’auto e lancia dentro un fosso, in località Isiata, un sacco ricolmo di rifiuti indifferenziati e poi scappa via.

Controllo del vicinato VS degrado, 1 a 0: cittadina attiva segna la targa di un incivile e chiama la Polizia

A notare il malintenzionato una proba cittadina sandonatese, aderente al Controllo del Vicinato, che - indignata – prima ha provato a rincorrerlo e poi ha segnalato la targa dell’autovettura alla Polizia Locale.

Nel sacco di rifiuti gli uomini in divisa ritrovano ferro, stracci, carta vetrata ed effetti personali appartenenti al trasgressore tra cui la tuta da lavoro dell’azienda presso cui lavorava prima di andare in pensione. Questi, un sessantenne del posto, dopo una iniziale reticenza ha ammesso la propria responsabilità.

Nei confronti dello stesso, quindi, veniva accertata la violazione di abbandono di rifiuti sanzionata dal testo unico sull’ambiente con 600 euro di multa.

“Ringrazio l’aderente al Controllo del Vicinato per la tempestiva segnalazione, ed invito tutti coloro che vedono situazioni analoghe a segnalarle senza timore alle Forze dell’Ordine; comportamenti incivili come questi non possono essere tollerati e devono essere contrastati con sanzioni severe” dichiara l’assessore comunale alla Sicurezza Walter Codognotto.