L'operazione dei militari dell'Arma

Controlli a tappeto tra i minorenni, pioggia di denunce per spaccio

Identificate oltre 100 persone...

Controlli a tappeto tra i minorenni, pioggia di denunce per spaccio
Cronaca Venezia, 13 Agosto 2021 ore 12:42

Settimana di controlli da parte dei Carabinieri della Compagnia di Mestre nel centro città ed in terraferma, finalizzati al contrasto ai fenomeni di criminalità diffusa e allo spaccio di stupefacenti, al controllo della circolazione stradale ed al rispetto della “legalità”.

Controlli a tappeto tra i minorenni

I controlli hanno interessato in particolare le aree sensibili della terraferma, come il quartiere “Piave” ed i parchi, soprattutto quello della Bissuola, con servizi che hanno raggiunto anche la terraferma veneziana sulle direttrici Miranese e Castellana.

Pioggia di denunce per spaccio

L’attività si è estrinsecata in controlli dinamici dei soggetti ritenuti d’interesse operativo, con la proiezione di pattuglie appiedate e automontate che hanno garantito una maggiore dinamicità nel controllo del territorio e nella prevenzione dei reati con l’identificazione di oltre 100 persone e 37 veicoli, e verifiche su vari esercizi pubblici, anche in funzione di controllo sul rispetto delle norme anti-pandemia. Non sono mancati tuttavia i risultati, l’attività di controllo ha infatti portato alle seguenti denunce:

  • Un minore di Spinea classe 2004, denunciato per il reato di “Possesso ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”. Il giovane è stato controllato a Spinea nei pressi di una pizzeria da asporto, dimostrandosi immediatamente nervoso e nascondendo qualcosa negli indumenti. La perquisizione personale e dell’abitazione dopo hanno permesso di rinvenire alcuni grammi di Hashish, insieme al materiale vario per confezionare le dosi; in questo modo è maturata l’accusa di spaccio e la conseguente denuncia, con il sequestro di stupefacente e materiale;
  • Analoga sorte per un giovane moldavo sempre di Spinea M.A. classe 1995, denunciato per il reato di “Possesso ai fini di spaccio di sostanza stupefacente”. Il ragazzo è stato controllato a Spinea alla guida della propria autovettura. La perquisizione del mezzo ha permesso di rinvenire Cocaina e Hashish pronti per passare di mano; in questo modo è maturata l’accusa di spaccio con il sequestro delle sostanze; lo straniero veniva anche segnalato alla Prefettura come assuntore
  • Stessa dinamica anche per due giovanissimi miranesi, M.F. classe 2002 accusato di spacciare al coetaneo B.R., perché trovato in possesso nell’auto guidata e poi a casa di complessivi 20 grammi di Marijuana, scattando per il primo la denuncia per spaccio e per il secondo la segnalazione amministrativa;

H.S., tunisino classe 1998, ha violato invece il Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nel Comune, irregolare perché sorpreso a Spinea con la misura ancora in corso di validità.

I controlli alla circolazione stradale hanno permesso invece di denunciare una persona con un tasso alcolemico alto, patente ritirata.