I nomi degli arrestati

Camorra a Bibione, tra gli arrestati anche un ex vicesindaco

Si tratta del presidente Ascom di Bibione, Giuseppe Morsanuto, 55 anni.

Camorra a Bibione, tra gli arrestati anche un ex vicesindaco
Cronaca Jesolo e Lignano, 15 Settembre 2021 ore 14:44

Avevano messo le mani sul commercio, sul mercato, sull'economia del litorale veneto. Perché volevano controllarlo, ad ogni costo e in ogni modo. Ma per fortuna l'intervento delle Forze dell'ordine ha smantellato questo sodalizio criminale, con un'operazione che ha portato all'arresto, dalle prime ore dell'alba di oggi, mercoledì 15 settembre 2021, di nove persone.

Camorra a Bibione, tra gli arrestati anche un ex vicesindaco

Estorsione aggravata dal metodo mafioso. Devono rispondere di questo odioso reato le nove persone arrestate dalle Forze dell'ordine nell'ambito di un'operazione condotta dalla Dia e dal nucleo di Polizia economico finanziaria di Trieste, coordinati dai Pm della Dda del capoluogo giuliano.

Quanto emerge, in sostanza, è davvero inquietante, così come è stato confermato anche dalle più alte cariche istituzionali locali. In pratica la camorra napoletana aveva messo le mani sui commercianti ambulanti che partecipavano a eventi fieristici lungo tutto il Veneto Orientale. Attraverso il pizzo e con l'uso della arrivando a minacciarli, avevano ottenuto il controllo della situazione, riuscendo a impedire il regolare svolgimento a Bibione, per dirne una, della manifestazione fieristica "I Giovedì del Lido del SOle".

Ma lo scopo era quello di ottenere il controllo diretto delle attività economiche della località turistica. E per farlo erano pronti a tutto: anche a usare la forza, la violenza, le spedizioni punitive armate.

Tutti i nomi

Nove, si diceva, le persone arrestate: tra questi anche il presidente Ascom di Bibione, Giuseppe Morsanuto, 55 anni, ex vice sindaco di San Michele al Tagliamento con Forza Italia. In manette anche Pietro D'Antonio, 60 anni, nato in provincia di Napoli ma residente a Latisana. E poi i figli Renato di 27 anni residente a Concordia Sagittaria, e Beniamino, 39 anni di San Michele al Tagliamento. Arrestati anche Gennaro e Salvatore Carrano, Raffaele e Salvatore Biancolino e pure Zefferino Pasian, 55 anni titolare di un'azienda agricola a Concordia Sagittaria.