Cronaca
Arrestato

Arrivano i Carabinieri e un giovane tenta la fuga: a casa aveva un piccolo bazar della droga

Aveva 3 etti di erba, 12 grammi di anfetamine, 18 pasticche, hashish e metanfetamine.

Arrivano i Carabinieri e un giovane tenta la fuga: a casa aveva un piccolo bazar della droga
Cronaca San Donà di Piave, 26 Ottobre 2022 ore 17:07

Nell’ambito di attività info-investigativa volta a contrastare il preoccupante fenomeno dello smercio di stupefacenti diretta dalla Procura della Repubblica di Venezia, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Donà di Piave hanno predisposto, nella giornata di sabato 22 ottobre 2022, un servizio di osservazione nel centro cittadino.

Arrivano i Carabinieri e un giovane tenta la fuga: a casa aveva un piccolo bazar della droga

Osservando i movimenti di un gruppo di giovani che sostavano nei pressi di un pubblico esercizio di via Ancillotto, prossimo all’area dell’autostazione, individuavano un soggetto che, all’atto del controllo di una pattuglia dell’Arma, cercava di allontanarsi parendo turbato e con passo spedito.

Procedendo al suo controllo ed identificandolo in un 25enne del luogo, i Carabinieri rinvenivano in suo possesso 3 dosi di marijuana e si determinavo nello svolgere una perquisizione domiciliare che portava al rinvenimento di quasi 3 etti di marijuana, 12 grammi di anfetamina-speed suddivisa in 18 dosi, 18 pasticche di M.D.M.A., una dose di hashish ed una di metanfetamina.

Il giovane, ritenendo gravi gli indizi di colpevolezza raccolti per poter ipotizzare nei suoi confronti il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, è stato quindi arrestato e posto ai domiciliari presso dei parenti su disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida con rito direttissimo presso il Tribunale lagunare nella mattinata odierna.

L’attività dell’Arma rientra nel costante controllo del territorio per il contrasto dei fenomeni di microcriminalità diffusa in particolar modo quelli che creano maggior allarme sociale.

Seguici sui nostri canali