Cronaca
Incredibile

Armato di coltelli e senza patente al volante di un'auto sottoposta a fermo amministrativo con targa contraffatta

E' solo uno degli interventi effettuati dai militari dell'Arma nella notte di Halloween...

Armato di coltelli e senza patente al volante di un'auto sottoposta a fermo amministrativo con targa contraffatta
Cronaca Venezia, 02 Novembre 2021 ore 10:52

Nel corso della serata di ieri (31 ottobre 2021) sino alle prime ore di oggi, nel territorio ricadente sotto la competenza della Compagnia Carabinieri di San Donà di Piave (VE), nell’ambito di uno specifico servizio di controllo coordinato del territorio, disposto dal Comando Provinciale Carabinieri di Venezia in concomitanza ai festeggiamenti di “Halloween” e che ha visto impiegate 5 pattuglie, sono state oggetto di controllo 41 persone, 28 veicoli e 7 esercizi pubblici.

Armato di coltelli e senza patente al volante di un'auto sottoposta a fermo amministrativo con targa contraffatta

Nel corso del servizio volto al controllo della circolazione stradale e del contrasto del fenomeno della guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti in particolare nei luoghi di maggior aggregazione di persone, in Noventa di Piave (VE), i militari dell’Aliquota Radiomobile del NOR hanno raccolto elementi indiziari ritenuti utili per poter ipotizzare nei confronti di un 51enne, con pregiudizi di polizia, residente nel trevigiano, i reati di “resistenza a un pubblico ufficiale, alterazione di targhe e porto di armi od oggetti atti ad offendere” nonché di elevare a suo carico sanzioni amministrative per “guida con patente ritirata” e “guida con veicolo sottoposto a fermo amministrativo”, per aver tentato di sottrarsi al controllo alla guida di autovettura con targa contraffatta e soggetta a fermo; bloccato è stato poi trovato in possesso di due armi bianche che sono state sequestrate in attesa di convalida da parte dell’Autorità Giudiziaria.

Sempre i militari dell’Aliquota Radiomobile in San Donà di Piave, nel corso delle verifiche, hanno raccolto indizi di reità ritenuti validi per ipotizzare nei confronti di un 49enne, anch’egli della Provincia di Treviso, la “guida sotto l'influenza di alcol e stupefacenti”, mentre nei riguardi di un 31enne di Musile di Piave (VE) l’ipotesi di “guida sotto l’influenza di alcol”; infine, a seguito di sinistro stradale, il reato di “rifiuto di sottoporsi agli accertamenti alcolemici e sull’assunzione di stupefacenti” nei confronti di un 44enne di Quarto d’Altino (VE).
Nel corso del servizio i militari hanno ritirato altre due patenti di guida per violazioni al codice della strada sanzionando altrettanti automobilisti.

I militari della Stazione Carabinieri di Meolo (VE), in quel comune, hanno a loro volta conseguito elementi indiziari considerati utili per avanzare l’ipotesi di reato di “guida sotto l’influenza di alcol” nei confronti di una 39enne di Musile di Piave. L’attività dell’Arma dei Carabinieri continua ad avere come focus quello del contrasto, senza soluzione di continuità, di tutti i fenomeni di microcriminalità diffusa, guida in stato di ebbrezza alcolica e sotto l’effetto di sostanze stupefacenti inclusa, per accrescere la sicurezza percepita da parte della collettività.