Cronaca
Polizia di Stato

Allarme furti a Mestre, preso nella notte ladro in fuga

Un residente è stato svegliato da rumori sospetti provenienti dal piano inferiore del suo appartamento. Il ladro gli stava scassinando la porta per entrare.

Allarme furti a Mestre, preso nella notte ladro in fuga
Cronaca Mestre, 25 Novembre 2021 ore 09:29

Primi risultati nella lotta al recente aumento di furti in abitazione delle scorse settimane.

Allarme furti a Mestre, preso nella notte ladro in fuga

Continua senza sosta e si rafforza l’attività di controllo del territorio da parte della Polizia di Stato di Venezia, la quale ha già iniziato a dare i primi risultati nella lotta al recente aumento di furti in abitazione delle scorse settimane.

Ne è la dimostrazione quanto accaduto la notte scorsa a Mestre, dove la Squadra Volanti della Questura, nell’ambito di una rafforzata attività di prevenzione e contrasto a tale fenomeno, è riuscita a fermare l’ennesimo tentativo di furto. Alle ore 03.00 del 24 novembre giungeva infatti al 113 una telefonata da parte di un allarmato residente, il quale comunicava agli agenti che poco prima era stato svegliato da rumori sospetti provenienti dal piano inferiore del suo appartamento.

Stava per scassinare la porta

Qualcuno aveva tentato di entrare in casa, provando inutilmente a scassinare la serratura della porta d’ingresso, danneggiandola, per poi darsi precipitosamente alla fuga venendo poi avvistato in direzione Via Cavallotti e Via Piave. Immediatamente sono partite le ricerche da parte delle pattuglie della Squadra Volanti, le quali, seppur in un primo momento sembravano non dare risultati, non scoraggiavano gli operatori, i quali persistevano con tenacia nel tentativo di rintracciare il soggetto.

Grazie al continuo scambio di informazioni con la vittima, la Volante, dopo circa un’ora, riusciva ad individuare, nei pressi della Stazione Ferroviaria di Mestre, un uomo le cui sembianze corrispondevano con la descrizione data agli agenti.

Tentativo di fuga finito male

Il soggetto, un cittadino italiano con vari precedenti penali, veniva così fermato nel suo tentativo di far perdere le sue tracce e riconosciuto dal proprietario di casa, per essere poi condotto in Questura dove, a seguito di ulteriori accertamenti e dopo interlocuzione con l’autorità giudiziaria, veniva denunciato a piede libero per il tentato furto.

Un segnale importante da parte della Polizia di Stato per tutti i cittadini che in queste ultime settimane cercavano nelle Forze dell’Ordine una risposta concreta nell’arginare tale fenomeno.