Menu
Cerca
E' scattato il sequestro

760mila prodotti non conformi provenienti dall'Est Europa, pronti per essere commercializzati, bloccati dalle Fiamme gialle

Le partite erano destinate a 3 grossisti nelle province di Roma, L'Aquila e Avellino. Sono state fermate lungo la Statale 309 Romea.

760mila prodotti non conformi provenienti dall'Est Europa, pronti per essere commercializzati, bloccati dalle Fiamme gialle
Cronaca Venezia, 28 Maggio 2021 ore 13:29

La Guardia di Finanza di Venezia, nel corso di tre distinti controlli lungo la Statale 309 Romea, ha sequestrato 760.000 prodotti provenienti dall’est Europa, privi della dichiarazione di conformità.

760mila prodotti non conformi provenienti dall'Est Europa

In particolare, i finanzieri della Compagnia di Chioggia hanno intercettato tre autoarticolati provenienti dalla Repubblica Ceca e dalla Slovenia carichi di bottiglie in vetro per bevande e bicchieri di cartoncino, materiali destinati ad entrare in contatto con gli alimenti, ma risultati, tuttavia, sprovvisti della prevista dichiarazione di conformità rilasciata dal produttore.

In proposito, la direttiva europea di riferimento per il settore e il relativo regolamento nazionale prevedono che la dichiarazione di conformità deve accompagnare i prodotti in tutte le fasi che precedono la vendita al consumatore finale, al fine di garantirne la sicurezza e attestare l’assenza di sostanze nocive.

L'intervento delle Fiamme gialle

I militari intervenuti hanno appurato, dall’esame della documentazione commerciale e dalle dichiarazioni acquisite dai trasportatori, che le partite sequestrate erano destinate a 3 grossisti con sede nelle province di Roma, L’Aquila e Avellino.

Tutti i prodotti intercettati, per un valore commerciale di circa 170.000 euro, sono stati sottoposti a sequestro ed è stato interessato il Comune di Chioggia per l’irrogazione delle previste sanzioni pecuniarie che possono superare i 7 mila euro per ogni singola partita.