Un ricordo indelebile

5 anni dal tornado che ha devastato la Riviera del Brenta: il video shock

Danni per oltre 100 milioni di euro: il fenomeno atmosferico è stato registrato come F4 e ancora oggi le cittadine coinvolte lo ricordano con terrore.

08 Luglio 2020 ore 13:39

Era l’8 luglio 2015: un tornado (classificato poi come F4) si abbatte sulla Riviera del Brenta, mettendo in ginocchio le cittadine di Mira, Pianiga e Dolo. Si contano un morto, 92 feriti e 500 case danneggiate: una vera e propria strage. A questi numeri, si aggiungono 90 abitazioni da abbattere, 400 persone sfollate e danni innumerevoli a produzioni agricole, auto e capannoni per un totale di 100 milioni di euro di danni. 

Il ricordo

L’8 luglio 2015 la giornata era stata particolarmente calda. Sul far del pomeriggio, scoppia un forte temporale nella zona pedemontana di Vicenza e si avvicina rapidamente nel veneziano, sviluppandosi in un tornado fortissimo a poche decine di chilometri dalla costa. L’orario registrato spazia tra le 17.25 e le 17.45: appena 20 minuti per percorrere 11 chilometri in linea retta da Nord-Ovest verso Sud-Est. Oltre al tornado, si ricordano anche forti scariche di grandine grande come palline da baseball e una velocità di 300km/h: un episodio davvero sconvolgente.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità