Attualità
La notizia ufficiale

Via libera al collegamento ferroviario con l'aeroporto Marco Polo

Il Governatore Luca Zaia soddisfatto: "475 milioni di investimento e una grande risposta per la mobilità dell'area"

Via libera al collegamento ferroviario con l'aeroporto Marco Polo
Attualità Venezia, 04 Novembre 2021 ore 11:46

“Questa è una bella notizia, per la quale abbiamo lavorato tutti in squadra rispetto a un progetto che permette di dare una vera risposta alla mobilità in relazione al terzo scalo aeroportuale italiano. Un progetto che si può anche leggere come uno dei primi figli del grande appuntamento delle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026”.

Via libera al collegamento ferroviario con l'aeroporto Marco Polo

Con queste parole di soddisfazione, il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, accoglie il via libera definitivo dato dal Cipess al progetto definitivo del collegamento ferroviario con l'aeroporto "Marco Polo di Venezia".

“Siamo di fronte a un investimento complessivo di ben 475 milioni di euro – aggiunge il Governatore – che darà vita a un vero e proprio biglietto da visita per chi arriverà in aereo in Veneto e a Venezia. Ringrazio il Governo, il Ministro Giovannini e tutta la squadra per il lavoro fatto”.

Il progetto prevede una nuova linea a doppio binario che si stacca dalla Linea Mestre - Trieste affiancando ad Est la bretella autostradale per l’Aeroporto Marco Polo per circa 4 km in superfice. A valle del Fiume Dese il tracciato continua in galleria verso l’aeroporto dove è prevista una stazione interrata passante a due binari collegata al terminal aeroportuale.

Il tracciato prosegue poi a singolo binario realizzando un cappio e ricongiungendosi con il tratto in superfice. La lunghezza complessiva della linea è di circa 8 km di cui 3,4 km in galleria. La soluzione sviluppata consente di avere una linea passante nella stazione dell’aeroporto che permetterà di ridurre i tempi di stazionamento nel terminal e assicura una elevata capacità di trasporto.

In ambito aeroportuale verrà realizzata una stazione interrata di due binari, con un modulo dei marciapiedi di circa 330 m, che assicura l’accesso non solo ai treni regionali ma anche ai più lunghi treni lunga percorrenza.