Vaccino Covid

Vaccini da Serie A, i giocatori del Venezia al Pala Expo per dare l'esempio

Mattia Caldara: "E' un gesto importante dentro la nostra comunità, perché la vita sociale può riprendere pienamente se insieme facciamo il possibile per uscire dall'epidemia che ha segnato in modo pesante questo ultimo lungo anno".

Vaccini da Serie A, i giocatori del Venezia al Pala Expo per dare l'esempio
Attualità Venezia, 29 Agosto 2021 ore 11:01

Alle 11.00 del mattino, quando i giovani atleti del Venezia FC hanno lasciato il PalaExpo, erano già state effettuate nella struttura più di 400 vaccinazioni. "Abbiamo voluto essere qui, e in questo modo testimoniamo come giovani e come atleti l'importanza della vaccinazione. E' un gesto che vale per noi, è un gesto che vale compiuto da tutti coloro che praticano lo sport, è un gesto importante dentro la nostra comunità, perché la vita sociale può riprendere pienamente se insieme facciamo il possibile per uscire dall'epidemia che ha segnato in modo pesante questo ultimo lungo anno": lo ha detto Mattia Caldara, parlando a nome degli altri calciatori presenti, Dennis Johnsen, Francesco Forte, Michael Svoboda, Tyronne Ebuehi, Daan Heymans, Pasquale Mazzocchi.

3 foto Sfoglia la gallery

Il successo dell'accesso libero

L'Ulss 3 Serenissima ha ringraziato i giovani atleti e la Società per la loro testimonianza, e nella giornata odierna, con l'occasione, ha voluto aprire il PalaExpo straordinariamente ad accesso libero: "E' buona la partecipazione - ha sottolineato il Direttore del Sisp e responsabile dell'HUB vaccinale, il dottor Vittorio Selle - se già alle 11.00 contiamo più di quattrocento vaccinazioni effettuate. In un sabato di agosto, alle seconde dosi già programmate per la giornata, si stanno sommando molte persone che giungono ad accesso libero. Ci pare di poter dire che iniziative come quella odierna vanno a stimolare l'adesione alla vaccinazione di fasce particolari di popolazione, e che probabilmente si sta chiudendo anche la parentesi 'vacanziera' in cui per ragioni logistiche molte persone hanno scelto di rimandare la vaccinazione".

I "Mercoledì dello sportivo"

L'attenzione dell'Ulss 3 Serenissima al mondo dello sport resta alta: all'iniziativa di oggi seguirà secondo “Mercoledì dello sportivo”: il primo settembre al PalaExpo si vaccineranno alcuni giocatori delle giovanili del Venezia Fc, accompagnati da mister Paolo Zanetti e una rappresentanza della prima squadra, e altre società stanno valutando insieme all'Azienda sanitaria la presenza dei loro tesserati al PalaExpo, in particolare appunto mercoledì, quando contemporaneamente sarà possibile presentarsi anche ad accesso libero in un qualsiasi centro vaccinale dell’Ulss 3. Avranno l’opportunità di ricevere la dose con loro, anche gli adulti che li seguiranno nelle gare, sostenendoli dagli spalti e a bordo campo. Per svolgere e seguire le attività sportive della prossima stagione infatti, sia gli atleti che gli accompagnatori dovranno essere muniti di green pass.

"Lo sport deve dare l'esempio"

“Abbiamo vissuto un’estate in cui alcuni importanti successi sportivi ci hanno restituito entusiasmo e voglia di partecipazione – ha spiegato il Direttore dei Servizi socio sanitari dell’Ulss 3, Massimo Zuin –. Lo sport, a partire dalla sua ritrovata autorevolezza, dev’essere luogo di esempio e di traino soprattutto per i giovani. Sportivi noti veneziani, reduci anch’essi da stagioni ad altissimo livello, ci possono aiutare a vincere tutti insieme anche la partita contro il Covid”.

"Il Venezia FC ha voluto dare l'esempio"

“Questa è una bella iniziativa a cui il presidente Duncan Niederauer tiene particolarmente – aveva spiegato il Responsabile dell’Area Tecnica del club arancioneroverde Paolo Poggi – . Il Venezia Fc ha sentito l’obbligo e la responsabilità di dare un segnale ed un esempio di senso civico, di rispetto delle regole e soprattutto di tutela della salute. Siamo orgogliosi di poter dare il nostro contributo su un tema importante come quello della vaccinazione e ci auguriamo che in tanti possano seguire il nostro esempio”.