Attualità
In Sud America

Un nuovo Canal Grande dall'altra parte del pianeta: un progetto faraonico in Brasile

Ci navigherà anche una gondola, il simbolo della città di Nova Veneza...

Un nuovo Canal Grande dall'altra parte del pianeta: un progetto faraonico in Brasile
Attualità Venezia, 23 Maggio 2022 ore 10:02

Si tratta di un progetto incredibile, davvero faraonico, che trasformerà una città, Nova Veneza, nella regione di Santa Caterina nel sud del Brasile, in una "copia" di Venezia. In che modo? Semplice... verrà realizzato un "clone" del Canal Grande e a solcare le acque sarà una vera gondola, simbolo della città.

Un nuovo Canal Grande dall'altra parte del pianeta: un progetto faraonico in Brasile

L'idea è stata fortemente voluta dal sindaco Rogério Frigo, mettendo a bilancio ben 7,5 milioni di euro per cambiare faccia alla cittadina da 14mila abitanti. Si tratta di un canale di 250 metri alto uno e largo quattro, lungo cui sfilerà, come detto, la gondola.

Ora la gondola si trova all'interno di una fontana in una piazza della città, ma dopo la realizzazione del rio, il natante di nome "Lucille", che è già un'attrazione, solcherà le acque del Canal Grande brasiliano. La barca si trova lì dal 2006 dopo essere stata restaurata e inviata da Venezia all'interno di un container. In quegli anni una delegazione di referenti della Regione erano stati invitati all'evento per la consegna della gondola per saldare l'amicizia tra le due città, Venezia, da un lato e Nova Veneza dall'altro.

Nel mondo ci sono altre tre gondole veneziane originali. Una si trova a Toronto in Canada, un'altra a San Pietroburgo in Russia e una in Cina a Pechino. Il progetto del canale era nato prima della pandemia, ma a causa delle restrizioni si era dovuto far slittare l'inizio dei lavori. Lavori che finalmente sono partiti e, sembra, dovrebbero terminare nel 2024 per il 133esimo compleanno della città.

Una città che è densamente popolata da italiani e ce fu fondata da Michele Napoli, un siciliano emigrato in America e che, si racconta, nel 1891 partì da una segheria per realizzare il proprio "impero". La città nel giro di poco tempo si riempì di italiani provenienti da tutte le regioni, soprattutto da Venezia e Belluno. E il nome della città ha voluto proprio creare un collegamento anche emotivo per i tanti emigrati presenti. Non molto distante da Nova Veneza c'è anche Nova Treviso e l'attuale Siderópolis, un tempo chiamata Nova Belluno.

Foto di copertina da Facebook.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter