Menu
Cerca
La manifestazione

Sangue e proteste in Colombia, la comunità residente a Venezia in piazza per sensibilizzare

Sarebbero più di 30 i morti, quasi 400 i "desaparecidos"... numeri che devono far riflettere anche i Paesi occidentali.

Sangue e proteste in Colombia, la comunità residente a Venezia in piazza per sensibilizzare
Attualità Venezia, 11 Maggio 2021 ore 10:35

Le proteste vanno avanti ormai da giorni. E più passa il tempo, maggiore è il numero di morti o di "desaparecidos"... la situazione in Colombia è ormai fuori controllo: la comunità residente a Venezia ha fatto sentire la propria voce per sensibilizzare e tenere accesi i riflettori su una vicenda drammatica.

Sangue e proteste in Colombia, la comunità residente a Venezia in piazza per sensibilizzare

Sono ormai giorni che in Colombia si verificano rivolte da parte dei cittadini contro il governo ultraconservatore di Ivàn Duque Màrquez che nei primi giorni di aprile aveva approvato una riforma fiscale per aumentare il gettito delle imposte soprattutto sui consumi, e che contestualmente aveva eliminato le esenzioni fiscali dedicate ai più fragili.

Misure attuate per fronteggiare la crisi economica provocata dalla pandemia, ma che non erano proprio state accettate dai cittadini. Che sono scesi in piazza, subito, per manifestare contro tali iniziative politico-economiche. Per la paura di un'impennata dei contagi, e forse per tentare di smorzare le proteste, il governo aveva anche proibito qualsiasi manifestazione in strada.

Ma nonostante i divieti il popolo colombiano ha fatto sentire la propria voce: la risposta del potere centrale è stata durissima, è stata schierata la polizia che è intervenuta senza risparmiare nemmeno la violenza. Una vera e propria repressione fatta di mezzi corazzati, elicotteri, armi, lacrimogeni.

Sarebbero più di 30 i morti, quasi 400 i "desaparecidos"... numeri che devono far riflettere anche i Paesi occidentali. E infatti, proprio nei giorni scorsi, a Venezia (e anche in altre città italiane) la comunità residente in Italia di cittadini colombiani, ha organizzato varie manifestazioni nelle piazze più famose dello Stivale.