Attualità
Polemica

Palco in San Marco per lauree Ca' Foscari e Mattarella: scoppia la bufera (e il Florian sciopera)

Malumori e scioperi per la struttura che non piace ai commercianti...

Palco in San Marco per lauree Ca' Foscari e Mattarella: scoppia la bufera (e il Florian sciopera)
Attualità Venezia, 04 Maggio 2022 ore 11:10

Un vero e proprio "polverone" quello che si è sollevato per la doppia cerimonia di laurea della Ca' Foscari in programma oggi, martedì 4 maggio 2022, e per la festa di sabato alla presenza del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella...

Palco in San Marco per lauree e Mattarella

Il giorno è oggi, martedì 4 maggio 2022. Piazza San Marco ospita la doppia cerimonia di laurea della Ca' Foscari, tra poco, alle 11 e poi il bis alle 16. E poi sabato ci sarà il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per il 60esimo anniversario della scuola navale militare Francesco Morosini. E per permettere queste cerimonie è stato allestito un maxi palco. Una struttura che non piace (è un eufemismo) ad alcuni commercianti.

Scoppia la bufera: il Florian in sciopero

Primo tra tutti lo storico Caffé Florian che ha deciso, per protesta, di chiudere per tutto il giorno in segno di dissenso nei confronti dello scarso preavviso con cui è stata comunicata la realizzazione del palco, situato proprio alla destra del proprio plateatico. Il direttore dell'esercizio commerciale ha lamentato una carenza comunicativa, un'assenza di coinvolgimento. E la chiusura al Florian costa caro: una perdita stimata di circa 30mila euro.

"Carenze di comunicazione"

Le ragioni della protesta del Florian sono arrivate attraverso una nota ufficiale. Si parla di "totale intempestività", con cui sono state comunicate le date per la realizzazione e per il successivo smontaggio del maxi palco in San Marco. Palco che resterà per una decina di giorni. Ma nonostante il posizionamento di tale struttura sia stato vincolato nell'attuale collocazione per ragioni organizzative, il Florian ha comunque voluto sollevare un vero e proprio polverone.

La risposta degli organizzatori

Dall'altra parte della barricata, però, la risposta è stata secca. Le riunioni preliminari, secondo quanto emerge, così come la conferenza dei servizi, si sono svolte il 19 aprile e il 26 dello stesso mese. E ci sarebbe stato un coordinamento con gli esercizi commerciali della zona, concedendo un ampliamento del plateatico in avanti e a lato. L'unica interruzione di servizio da rispettare sarà sabato durante la parata con il presidente Mattarella.

"La piazza deve vivere"

La vicenda, comunque, serve a tenere accesi i riflettori su un tema importante nel centro storico veneziano. Il presidente dell'associazione piazza San Marco, Claudio Venier, ha infatti ribadito la necessità di creare un tavolo di coordinamento che coinvolga il Comune, la Soprintendenza e l'associazione per pianificare insieme calendari ed eventi. Perché l'interesse di tutti è quello di far vivere la piazza. Ed è ovviamente giusto che ci sia l'università, un'importante realtà veneziana, ma in questo caso, forse è mancata la comunicazione tra le parti.

E probabilmente sarebbe stato più comodo per i commercianti, dividere le cerimonie di laurea in due mattine distinte. Saranno 805 i laureandi che lanceranno il tocco: laureati in quella sessione straordinaria 2020-2021 segnata dalla pandemia. E ogni studente potrà portare due accompagnatori. La cerimonia di sabato, invece, coinvolgerà 168 allievi dei tre corsi della Scuola Navale. Ci saranno le più alte cariche dello Stato e militari oltre ai 350 ex allievi che li hanno preceduti nel percorso formativo.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter