Attualità
Il racconto

Le lettere arrivano anche nei paradisi italiani: Poste Italiane e la missione nelle località "bandiera blu" veneziane

E' stato il portalettere Emanuel Boscolo Momolina a spiegare l'iniziativa...

Le lettere arrivano anche nei paradisi italiani: Poste Italiane e la missione nelle località "bandiera blu" veneziane
Attualità Venezia, 28 Giugno 2022 ore 14:20

Poste Italiane è presente anche nei comuni “Bandiera Blu” della provincia di Venezia quali Chioggia, Sottomarina, Cavallino Treporti, Bibione, Caorle, Eraclea, Lido di Jesolo, Lido di Venezia, a cui si aggiungono anche le coste del Polesine: Rosolina Mare, Porto Tolle, Barricata, Boccasette, Conchiglie.

Le lettere arrivano anche nei paradisi italiani: Poste Italiane e la missione nelle località "bandiera blu" veneziane

“Bandiera Blu” è anche il litorale chioggiotto di Isola Verde, che rappresenta uno dei più importanti comprensori turistici del litorale veneto anche in un’ottica di qualità ambientale. Il portalettere di Isola Verde è da quattro anni Emanuel Boscolo Momolina, testimone di quanto sa esprimere questo territorio:

“Sono felice che il litorale di Isola Verde abbia ricevuto questo ambito riconoscimento. In effetti le nostre acque sono splendide e fanno parte di un ecosistema molto particolare. Negli ultimi anni sono aumentate visibilmente le strutture turistiche come i chioschi, ma continuiamo ad essere immersi in una natura selvaggia molto apprezzata dai turisti nordeuropei che amano esplorare il litorale in bicicletta. Una zona che rappresenta molto bene il carattere selvaggio del litorale è la spiaggia conosciuta come “Ambito ‘69”, molto frequentata dai giovani. Ma le nostre acque ‘bandiera blu’ hanno una marcia in più anche dal punto di vista cromatico. In questa zona l’Adriatico accoglie le acque del Brenta e dell’Adige creando sfumature molto suggestive che dal blu passano al grigio in base alle condizioni di luce”.

“Tra l’altro, – ricorda Emanuel - la vicinanza dei fiumi ripropone un tema ambientale molto attuale in questi giorni: la risalita del cuneo salino. Sembrerebbe ormai imminente la realizzazione di una barriera, di cui si parla da anni, per frenare la risalita delle acque salmastre lungo i corsi fluviali”. “Infine - conclude il portalettere - qui la sostenibilità va a braccetto con la cultura e l’enogastronomia. I turisti con una pedalata di soli 7 km possono raggiungere il centro storico di Chioggia, soprannominata la ‘piccola Venezia’, dove trovano un mercato ittico tra i più importanti d’Europa e dove di conseguenza possono assaporare le prelibatezze della nostra cucina”.

La “Bandiera Blu” viene attribuita ogni anno (dalla Fee, la Foundation for Environmental Education) alle località turistiche e alle località costiere europee che soddisfano criteri di qualità relativi a parametri delle acque di balneazione e al servizio offerto, tenendo in considerazione ad esempio la pulizia delle spiagge e gli approdi turistici. Una selezione di fotografie di portalettere mentre consegnano la corrispondenza sul lungomare delle località “Bandiera Blu” è stata pubblicata sul canale Instagram dell’Azienda guidata da Matteo Del Fante. Nei prossimi giorni verranno pubblicati altri scatti provenienti dai comuni d’Italia che hanno ricevuto il riconoscimento.

Seguici sui nostri canali