Olimpiadi Tokyo 2020

Lacrime e bracciate, l'ultima vasca della divina Pellegrini e l'emozionante addio alle gare

"E' stato un bel viaggio, me la sono goduta. Anche se non l'avete visto, sorridevo mentre nuotavo".

Lacrime e bracciate, l'ultima vasca della divina Pellegrini e l'emozionante addio alle gare
Attualità Venezia, 28 Luglio 2021 ore 12:14

Per una volta non parleremo di medaglie, riconoscimenti, podio, tensioni, allenamenti. No, questa volta i riflettori sono tutti su un altro aspetto: l'emozionante addio alle gare della divina, anzi, eterna, Federica Pellegrini. Riviviamo insieme l'ultima gara della campionessa che è già nella storia del nuoto.

Lacrime e bracciate

"E' stato un bel viaggio, tanti anni di bracciate: me la sono goduta dall'inizio alla fine".

Sono parole cariche di emozione quelle riportate da Ansa e pronunciate, poco dopo la finale delle Olimpiadi di Tokyo nei 200 metri a stile, da Federica Pellegrini. Ha provato a non piangere, ma qualche lacrima è scesa comunque, alternata a qualche sorriso, a detta della campionessa, abbozzato già in vasca, mentre nuotava verso la conclusione della sua incredibile carriera.

"Tra pochi giorni compirò 33 anni - ha proseguito - E' il momento più giusto. Ringrazio tutti quelli che mi hanno tifato e si sono svegliati di notte per seguirmi dall'Italia".

Ha chiuso al settimo posto la sua ultima finale olimpica, l'azzurra, fino a questo momento l'unica nuotatrice ad aver conquistato cinque finali olimpiche nella stessa categoria consecutivamente. Ma non è questo il punto, oggi. Adesso è il futuro che conta. Le prospettive, i sogni da realizzare, il domani, in altre parole.

L'ultima vasca e l'emozionante addio alle gare

"Ho un sacco di cose da fare - ha spiegato al Corriere - Devo tornare a casa, poi voglio festeggiare il mio compleanno, e poi a settembre e anche a novembre ce la Isl a Napoli. Poi un docu-film, un libro, le registrazioni di Italia's got talent. E rimarrò nel mondo del nuoto".

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Federica Pellegrini (@kikkafede88)