Attualità
Venezia

Insulti contro il medico, Zaia: "Ripudio nel modo più totale ogni forma di razzismo"

Zaia: "A medico va tutta la mia solidarietà e spero anche che venga fatta chiarezza fino in fondo su questa vicenda".

Insulti contro il medico, Zaia: "Ripudio nel modo più totale ogni forma di razzismo"
Attualità Venezia, 19 Agosto 2022 ore 10:58

Chiamato in causa a sua insaputa, il Presidente della Regione Veneto Luca Zaia esprime solidarietà al medico.

Zaia: "Ripudio nel modo più totale ogni forma di razzismo"

“Ho appreso di quanto raccontato da questo medico e da come descrive la vicenda si tratta di un episodio vergognoso. Non conosco i fatti: ho semplicemente letto il post che ha pubblicato su Instragram, denunciando l’accaduto. Va necessariamente fatta chiarezza assoluta su questo episodio, sul quale mi auguro ci sia modo di andare a fondo. Se un cittadino va in giro facendo il nome del Presidente della sua regione non significa che sia legittimato a parlare in nome e per conto del Presidente della sua regione. Soprattutto con simili affermazioni. Io ripudio nel modo più totale ogni forma di razzismo e di violenza sia verbale che fisica”.

Questo le parole con cui il Presidente della Regione Luca Zaia commenta l’episodio di violenza verbale a sfondo razziale denunciato dal dottor Andi Nganso, medico del Punto di Primo intervento di Lignano Sabbiadoro. Il professionista ha raccontato, infatti, di aver subito, lo scorso 17 agosto, un’aggressione verbale con pesanti insulti razziali da parte di un cittadino veneto che avrebbe chiamato in causa il Presidente della Regione Veneto.

“Considero il razzismo un’onta sociale. A questo medico va tutta la mia solidarietà e spero anche che venga fatta chiarezza fino in fondo su questa vicenda”, conclude il Governatore.

Seguici sui nostri canali