Oltre a Marghera

Grandi navi, dopo lo stop a Venezia i giganti del mare "occupano" Trieste e Monfalcone

Da un lato ci sono gli entusiasti, quelli che vedono nella scelta un'opportunità per aumentare il turismo in zona. Per altri, invece, l'impatto ambientale sarà drammatico.

Grandi navi, dopo lo stop a Venezia i giganti del mare "occupano" Trieste e Monfalcone
Attualità Venezia, 02 Agosto 2021 ore 09:20

Dalla laguna a Marghera. Da Marghera a Trieste e Monfalcone. Le grandi navi hanno abbandonato i canali veneziani, ma nei nuovi punti di approdo non tutti sono contenti dell'arrivo dei giganti del mare.

Grandi navi, dopo lo stop a Venezia crociere dirottate verso altri porti

Per un approdo che si "svuota", un altro si riempie di viaggiatori. E' l'effetto dello stop alle grandi navi, come prevedibile, operativo dal primo di agosto, che ha liberato i canali e la laguna veneziana dai giganti del mare, spostandoli, come è noto, verso altri lidi. Fino a quando l'approdo di Marghera, però, non sarà pronto, le navi da crociera verranno "dirottate" verso altri porti. Quali?

I giganti del mare arrivano a Trieste e Monfalcone

Beh, nei giorni immediatamente a ridosso del primo agosto già si erano avute le prime avvisaglie. Ma da quel giorno in avanti è arrivata la certezza: saranno Trieste e Monfalcone a raccogliere, temporaneamente, l'eredità di tali colossi del mare. Con una media davvero incredibile per l'area: si parla di 5 navi ogni fine settimana. Che si traduce, per il solo mese di agosto, in circa 20mila turisti.

Entusiasmo e apprensione

E la notizia, prevedibilmente, sta provocando reazioni contrapposte. Da un lato, infatti, ci sono gli entusiasti, quelli che credono all'effetto positivo di tale "fenomeno", in grado di generare indotto grazie alla presenza massiccia di turisti di passaggio. Ma dall'altro lato ci sono gli scettici, preoccupati per l'impatto ambientale prodotto dal transito dei giganti del mare.