Attualità
Ha temuto di non farcela

Dimessa dall'ospedale la maestra veneziana no vax: "Penso di vaccinarmi, ho avuto paura"

Dopo tre settimane di terapia intensiva a Mestre, Sabrina Pattarello è tornata a casa. Se l'è vista davvero brutta.

Dimessa dall'ospedale la maestra veneziana no vax: "Penso di vaccinarmi, ho avuto paura"
Attualità Venezia, 05 Ottobre 2021 ore 11:53

Dimessa dall'ospedale dopo tre settimane in terapia intensiva, Sabrina Pattarello, la maestra "no mask" e "no vax" della scuola di Treviso. Ora, dice, si vaccinerà.

Covid, dimessa la maestra "no vax"

Tre settimane d'ospedale, con lo spettro della morte che si era fatto davvero minaccioso. In terapia intensiva al Dell'Angelo di Mestre per Covid, quello stesso virus di cui lei aveva in dubbio l'esistenza. Se l'è vista davvero brutta Sabrina Pattarello, la maestra "no vax" finita al centro delle cronache lo scorso dicembre, quando, mentre insegnava alla scuola elementare Giovanni XXIII di Treviso, aveva esposto agli alunni le sue teorie sul Coronavirus. Tipo: "Di Covid muoiono solo i vecchi". Mascherina chirurgica? Questa sconosciuta...

E che ora, dopo averci fatto i conti sul serio con il Covid e aver rischiato di morire, intervistata dal Corriere del Veneto, ammette: "Ho avuto paura come mai prima". E si dice pronta a vaccinarsi, dopo essersi informata bene sul vaccino più adatto.

Tornata a casa

Già perché la donna, 45 anni, è stata dimessa dall'ospedale ed ora è tornata nella sua casa a Marghera. Dopo il caso eclatante che l'aveva vista coinvolta a Treviso, poi sospesa dalla scuola dopo le segnalazioni dei genitori e dopo la scoperta che non era abilitata all'insegnamento, Pattarello aveva continuato a restare una "no vax" convinta, partecipando anche ad alcune manifestazioni.

Il timore di non farcela

A settembre ha contratto il Covid e si è subito aggravata finendo in terapia intensiva. Ha lottato contro il virus prima negato e, dopo alcune settimane molto dure, ora vede un po' di luce in fondo al tunnel. La donna, ancora debole e con la tosse, necessita ora di riposo. Ammette che, in alcuni momenti, ha temuto di non farcela.

Ma alla domanda se abbia cambiato idea su virus e pandemia, la risposta non né diretta né immediata. Anzi, rivendica alcune sue posizioni. Ad esempio, sostiene Pattarello, in classe la mascherina l'ha sempre portata: non quella tradizionale chirurgica, ma una "sua" con tanto di certificato medico. Però, probabilmente, ora si vaccinerà.