Attualità
Opere pubbliche

Crisi energetica, anche il Mose diventa green: pannelli solari per tagliare i costi della bolletta

Ma al momento non è ancora stato stabilito quando e dove verrà realizzato il parco fotovoltaico...

Crisi energetica, anche il Mose diventa green: pannelli solari per tagliare i costi della bolletta
Attualità Venezia, 23 Giugno 2022 ore 09:41

Decarbonizzare. E' l'imperativo dei nostri tempi, quelli determinati dal riscaldamento globale e, ora, dagli aumenti dei costi energetici. Cause che portano a rivedere completamente le strategie produttive e gestionali anche di grandi impianti come il Mose. Che dovrà diventare green. E in attesa di sapere dove si potrà realizzare il parco fotovoltaico, Eni ha già iniziato a progettare la copertura di tutte le aree nel perimetro del Mose, a terra e sui tetti degli edifici.

Crisi energetica, anche il Mose diventa green: pannelli solari per tagliare i costi della bolletta

Da un lato, dunque, si prevede l'installazione dei pannelli solari studiati ad hoc per essere super efficienti e in grado di sfruttare al meglio le ore di esposizione. Dall'altro lato, però, ci saranno le batterie di accumulo per arrivare a un obiettivo unico: l'autosufficienza del Mose. Mose che, secondo quanto rivelato al Corriere, sarà finito entro il 31 dicembre 2023. I lavori del Piano Europa saranno un po' più lunghi del previsto, spiegano, ma i soldi ci sono. Anzi, ce ne sono pure di più del previsto...

Entro il 30 settembre sarà concluso anche il mini-Mose per proteggere il Nartece della Basilica di San Marco, la barriera in vetro costata circa 5,2 milioni di euro. Per la piazza il costo sfiorerà i 12 milioni su un totale di 47,5 milioni complessivi.

Ma quanto ha investito lo Stato sul Mose dal 1985 a oggi? Per la legge speciale sono stati assegnati 2 miliardi e 751 milioni. Di questi solo 168 milioni dopo il 2003, a conferma che le dighe hanno assorbito quasi tutti i fondi. Per l'opera erano stati spesi 303 milioni della legge speciale, 195 per progettazioni e per attività di studio, 108 per le dighe. Poi sono arrivati 5,9 miliardi dalla legge obiettivo, compesi 538 milioni dell'ultima delibera Cipess. Per le difese locali, invece, sono stati investiti 908 milioni.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter