Come è possibile dimagrire mangiando?

Esiste un preciso programma che consente di perdere chili senza digiunare e patire la fame

Come è possibile dimagrire mangiando?
Attualità 06 Settembre 2021 ore 07:28

Come è possibile dimagrire mangiando? Non ci sono trucchi, ma grazie ad un preciso programma dietetico perdere chili senza digiunare e patire la fame non è un’assurdità. Per capire a cosa ci riferiamo è bene prima comprendere un concetto importante. Perdita di peso e dimagrimento non sono necessariamente sinonimi: il secondo è infatti da intendersi come un processo che porta alla riduzione del peso corporeo, e non viceversa. Infatti la perdita di peso potrebbe essere riferita alla riduzione dell’idratazione corporea e delle masse muscolari. E non dalla riduzione del grasso in eccesso.

Come è possibile dimagrire mangiando?

Dimagrire mangiando è possibile. E per farlo è bene utilizzare uno specifico trattamento, indicato sia per chi deve perdere soltanto 3 chili che per chi ha la necessità di eliminarne 50 o più. Va ricordato che la dieta viene effettuata sotto controllo medico, perciò il consiglio è quello di essere seguiti da un centro polispecialistico di comprovata esperienza e affidabilità. Come funziona? Si basa su uno specifico regime alimentare. Questa particolare dieta favorisce la naturale capacità del nostro organismo di nutrirsi dei propri grassi in eccesso. 

Il medico è la figura centrale del piano dietetico

Il programma di dimagrimento in questione si compone di una prima visita medica e di ulteriori visite di controllo. Nella fase finale della dieta l’organismo sarà stabilizzato con un regime alimentare praticamente libero per un determinato numero di pasti durante la settimana. Il medico sarà la figura deputata a guidare questo piano dietetico: non c’è spazio per improvvisazione, interpretazioni o informazioni non professionali e certificate. Non sarà una passeggiata, ma si potrà dimagrire mangiando senza ricorrere a farmaci: il regime alimentare prevede nella prima fase il consumo di carni bianche, pesce, verdure e frutta. Mentre nella seconda saranno reinserite gradualmente le altre tipologie di alimenti, con semplici indicazioni da seguire per mantenere i risultati raggiunti.