Attualità
Acclamata

Barbara Balanzoni accolta da una folla di No vax come una rockstar: "E' una santa"

Tra i presenti anche il capo dei portuali, Stefano Puzzer: "Il nostro Paese dovrebbe essere orgoglioso di lei"...

Barbara Balanzoni accolta da una folla di No vax come una rockstar: "E' una santa"
Attualità Venezia, 24 Febbraio 2022 ore 09:53

Si è presentata all'Ordine dei medici di Venezia. Ad accoglierla, oltre a una folla di No vax, anche il capo dei portuali, Stefano Puzzer. La dottoressa Barbara Balanzoni, già sospesa dal suo lavoro perché non vaccinata e per aver contrastato, a detta dell'Ordine, la campagna vaccinale, ha ribadito che continuerà a svolgere la propria mansione, nonostante i provvedimenti.

Barbara Balanzoni accolta da una folla di No vax come una rockstar: "E' una santa"

Più che una dottoressa è sembrato che fosse arrivata una rockstar. E' c'era anche chi l'ha definita "una santa". Insomma, la presenza di Barbara Balanzoni davanti ai cancelli dell'Ordine dei medici, non è passato decisamente inosservato. C'erano 400 No vax, tra questi alcuni sanitari sospesi (come la dottoressa Balanzoni) perché non vaccinati, ma anche tante persone comuni che seguono la Balanzoni sui social, provenienti dai quattro angoli del Veneto, della Lombardia, dell'Emilia, del Piemonte.

Una "star", insomma, per il popolo No vax. E tra i presenti, per portare la propria solidarietà, anche il capo dei portuali Stefano Puzzer, che l'ha definita come "una persona della quale il nostro Paese dovrebbe andare orgoglioso". Lei, prima di varcare i cancelli dell'Ordine, ha preso parola, per spiegare le proprie ragioni. Ha accusato l'Ordine, accusandoli di essere responsabili di una serie di crimini. E ha definito la quarta dose come un tentato omicidio. Il tutto seguito da un lungo applauso.

"Il mio consiglio è di non fare alcuna dose di vaccino - ha dichiarato - Il nuovo vaccino? Bocciato. Per quanto riguarda le persone sospese che hanno famiglie da mantenere, c'è da compiere una battaglia legale. Perché è un crimine gravissimo. Le persone non vanno forzate. Rispetto le persone vaccinate, per carità, ma questo loro diritto non deve essere un mio dovere. L'obbligo vaccinale per gli over 50 è una follia, un crimine, una bestemmia scientificamente parlando".

5 foto Sfoglia la gallery

Foto dalla pagina Facebook "Un diavolo per capello"

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter