Denunciati

Fidanzatini-pusher “traditi” dall’assenza di mascherina… beccati in stazione a Mestre

L'assenza del dispositivo di protezione personale ha portato ad un controllo approfondito dal quale è emerso che i due avevano delle dosi pronte da rivendere.

Fidanzatini-pusher “traditi” dall’assenza di mascherina… beccati in stazione a Mestre
Mestre, 15 Giugno 2020 ore 17:16

Nella stazione di Venezia-Mestre, gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno denunciato due persone, un ventinovenne residente nella zona del Veneto Orientale e la giovane fidanzata friulana di 23 anni, con l’accusa di detenzione di droga ai fini dello spaccio.

Galeotta fu la mascherina…

I due, entrambi con uno zainetto al seguito e diretti verso un treno con destinazione Roma, sono stati notati dalla pattuglia Polfer in quanto la ragazza non indossava la mascherina chirurgica, prevista dalla vigente normativa. Avvicinata dagli agenti, la coppia ha iniziato a manifestare un crescente e ingiustificato nervosismo, che ha indotto gli operanti ad un controllo più approfondito nei loro confronti. Nella circostanza, è stato anche chiesto di esibire il contenuto degli zaini, all’interno dei quali sono state rinvenuti vari involucri, risultati essere “dosi” di sostanza stupefacente, per un totale di circa 140 grammi, diversa per peso e tipologia. I due giovani sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria e la sostanza stupefacente posta sotto sequestro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità