Nel Lodigiano

Durante l'esame di maturità estrae una pistola, una prof coraggiosa lo fa desistere

I Carabinieri alla fine sono riusciti a far desistere dai propri propositi il ragazzo, ora piantonato in ospedale.

Durante l'esame di maturità estrae una pistola, una prof coraggiosa lo fa desistere
23 Giugno 2020 ore 16:28

Potrebbe sembrare una scena da college americano, una di quelle che a cadenza regolare purtroppo vediamo nei tg nello spazio dedicato agli esteri. E invece è successo proprio da noi, nella già tormentata (dal Covid) provincia di Lodi, e più precisamente a Casalpusterlengo uno dei paesi più rappresentativi dell’ormai ex “zona rossa”.

Estrae una pistola durante l’esame di maturità

Questa mattina uno studente impegnato nell’esame di maturità è arrivato dinanzi ai professori della commissione e ha improvvisamente estratto una pistola, minacciandoli. Nessuno si sarebbe potuto aspettare un simile colpo di teatro: panico all’interno del plesso, dove sono arrivati anche i Carabinieri. Alla il ragazzo è stato piantonato in ospedale, ma a fermarlo è stata una coraggiosa professoressa.

I Carabinieri sul posto

Minaccia i professori, poi le trattative

Momenti di paura all’Istituto Cesaris di Casalpusterlengo, nella tarda mattinata di oggi. Un ragazzo di 18 anni, ha estratto una pistola e minacciato i commissari. Dopo trattative, lo studente è stato disarmato e accompagnato in ospedale per accertamenti, dove si trova piantonato dai Carabinieri.

Fortunatamente nessuno è rimasto ferito. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e la Polizia Locale. La scuola è stata chiusa e gli esami sono poi ripresi per le altre commissioni. Ancora ignote le ragioni del gesto.

LEGGI ANCHE: È stata una prof a fermare lo studente che ha estratto una pistola all’esame di maturità

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità