Cambio al vertice

Fu l'artefice della cattura del terrorista Cesare Battisti: ora il Generale Spina è al comando della Legione Carabinieri Veneto

Spina subentra al Generale Fabriio Parrulli che ha ottenuto un incarico internazionale negli Stati Uniti. La cerimonia dell'avvicendamento si è svolta giovedì 15 luglio 2021.

Fu l'artefice della cattura del terrorista Cesare Battisti: ora il Generale Spina è al comando della Legione Carabinieri Veneto
Glocal news 18 Luglio 2021 ore 12:10

Negli anni di servizio in Lombardia e in Brianza, "decapitò" la ndrangheta del Nord Italia con 177 arresti, 491 denunce e 110 condanne confermate in appello. Poi, dopo aver lasciato Monza e Brescia, e aver assunto l'incarico di direttore del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia, fu tra i protagonisti, tra le altre cose, dell'arresto del terrorista Cesare Battisti. Un curriculum, onestamente, anche difficile da riassumere in poche righe per la quantità di attività, impegni e successi inanellati. Ora, il Generale Giuseppe Spina ha una nuova sfida: subentra al Generale di Divisione Fabrizio Parrulli al comando della Legione Carabinieri Veneto.

Fu l'artefice della cattura del terrorista Cesare Battisti: ora il Generale Spina è al comando della Legione Carabinieri Veneto

Il 15 luglio nella Piazza D'Armi della Caserma Codotto e Maronese di Padova, alla presenza del Comandante Interregionale "Vittorio Veneto", Generale di Corpo d'Armata Antonio Paparella, ha avuto luogo la cerimonia di avvicendamento del Comandante della Legione Carabinieri "Veneto" tra il Generale di Divisione Fabrizio Parrulli e il Comandante di Brigata Giuseppe Spina.

A rendere gli onori agli Alti ufficiali, un reparto di formazione costituito da militari dei vari Comandi dei Carabinieri del Veneto, presenti gli organi di rappresentanza (Co.Ba.R).

Nel corso della cerimonia il Generale Fabrizio Parrulli, nel tracciare il bilancio del suo periodo di comando, ha avuto modo di evidenziare gli onerosi servizi che, grazie al sacrificio corale dei reparti dipendenti, sono stati svolti con successo nei confronti della popolazione del Veneto, nel corso dell'emergenza sanitaria non ancora finita e che ha inciso, particolarmente in questa regione.

L'alto ufficiale ha sottolineato gli importanti traguardi investigativi raggiunti, ma anche la qualificazione dei reparti ad elevato profilo operativo (Nuclei investigativi e Nuclei operativi e Radiomobili), nonché l'attenzione rivolta alle stazioni Carabinieri, adeguandone l'operatività al fine di assicurare la presenza capillare dello Stato in queste laboriose comunità.

Ha poi rivolto parole di vivo apprezzamento a tutti i Carabinieri del Veneto per il sacrificio espresso nel lavoro quotidiano e ringraziato le autorità civili e militari con cui ha instaurato eccellenti rapporti istituzionali di fattiva collaborazione.

Infine ha avuto espressioni augurali di buon lavoro per il suo successore, Generale di Brigata Giuseppe Spina, al quale ha ceduto il Comando della Legione, dopo aver pronunciato la prescritta formula di riconoscimento del Comando. Il Generale Spina, dopo aver frequentato la scuola ufficiali Carabinieri di Roma, ha dapprima comandato la Compagnia di Montalcino, poi prestato servizio al Gruppo di Milano con incarichi investigativi e, quindi, comandato la Compagnia di Palermo Piazza Verdi, per assumere successivamente incarichi di Stato Maggiore al Comando Generale dell'Arma dei Carabinieri, lasciato il quale, dopo aver conseguito il titolo di Istituto Superiore di Stato Maggiore Interforze, è ritornato all'Organizzazione territoriale quale Comandante del Gruppo di Monza e del Provinciale di Brescia. Poi ha assunto il Comando dell'8° Reggimento "Lazio" e, quindi, frequentato l'istituto alti studi per la difesa, successivamente, è stato nominato Direttore del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia presso la Direzione Centrale della Polizia Criminale a Roma.

Con l'assunzione della carica di Comandante della Legione Veneto, avrà il compito di guidare 5mila Carabinieri operanti nelle sette province.

8 foto Sfoglia la gallery